VADOPIANO
La montagna per chi va piano
Percorsi

La sezione percorsi ha escursioni di difficolta' diverse, sia in alta che bassa quota.

>>> Entra
Schede

La sezione schede descrive dei luoghi per noi molto belli ed interessanti.

>>> Entra
Sezioni

- Fiori
- Cartoline
- Curiosita'
- Scrivici
- Links

Cerca





HOME / Percorsi / MonteVenda

Il sentiero del Monte Venda

Note Scheda tecnica

Il sentiero e' quasi tutto in piano ed e' percorribile anche dai diversamente abili in carrozzella.

Lungo il percorso si possono osservare magnifici panorami ed alcuni maronari di enormi dimensioni.

Partenza: Bivio per il rifugio Re del Venda
Dislivello massimo: 70 m
Grado di difficoltá: Nessuno.
Tempo medio di percorrenza: 2 ore.
Stagione piú favorevole: Primavera e autunno.
Racconto

Dopo un lungo percorso su strada sterrata parcheggio l'auto in un piccolo piazzale delimitato da alcuni castagni, dove si trova il bivio per il rifugio Re del Venda. Davanti a me una splendida ginestra: deve essere bellissima nel periodo di fioritura. Oltrepasso i cancelli e subito vedo alcuni splendidi esemplari di erica arborea che costeggiano la strada. Sono circondato da castagni in fiore e roverella. Piu' avanti ci sono anche alcuni esemplari di cisto a foglie di salvia (identiche alla salvia tranne che per il profumo) che in primavera esplode con la sua tipica fioritura bianca.

Questo sentiero non presenta difficolta' ed e' praticamente in piano, a parte una leggera salita nella prima parte. E' percorribile da tutti ed in particolar modo dalle persone diversamente abili in carrozzella.

Ad un certo punto vedo una deviazione verso destra: tramite una rampa si accede ad un'area di ristoro costruita nel sito di una vecchia cava. Ci sono tavoli, panchine ed un po' di verde.

Tornato sulla strada principale procedo nel mio cammino, circondato da erica arborea, castagni e frassini. Secondo un cartello del Parco Colli dovrebbero esserci anche dei corbezzoli, ma non sono riuscito a vederli.

Arrivati all’altezza di un cancello sulla destra esco dal bosco. Il panorama e' molto bello: davanti a me appare il monte Vendevolo mentre a sinistra vedo il Monte Lozzo, il Monte Cinto ed il Monte Fasolo.

Un lato della strada e' disseminato di rovi da mora: mi devo ricordare di passare da queste parti ai primi di agosto! Qua e la' ci sono anche dei cornioli, che quando sono in fiore si riempiono di giallo. Poco dopo arrivo ad un ampio spiazzo dove troneggiano, maestosi, alcuni splendidi esemplari di castagni centenari detti "Maronari". Da soli rappresentano un valido motivo per percorrere questo itinerario.

Un cartello del Parco Colli racconta la storia degli antichi maronari: lo riassumo brevemente. La coltivazione del castagno per la produzione del frutto nei Colli Euganei ha origini antichissime. Il castagno cresce nei terreni silicei e soprattutto nei versanti settentrionali, nonostante in questo caso siano a sud. I frutti maturano all'interno del riccio spinoso e si chiamano castagna se ce ne sono due o piu' , o marrone se ne cresce uno solo.

Il maronaro e' ottenuto tramite innesto del castagno, per avere frutti piu' grandi e gustosi. Questi maestosi alberi secolari hanno grandi cavita', lunghe anche qualche metro, all'interno del tronco di 4-5 metri di circonferenza. La loro coltivazione era un tempo molto diffusa, ma adesso ne rimangono solo pochi esemplari.

Dopo aver fatto molte foto sono tornato sui miei passi ed ho percorso la stessa strada fino alla macchina. Un bel percorso, breve ma pieno di spunti interessanti. Inoltre, continuando il sentiero dopo i maronari, ci si collega al sentiero Lorenzoni che compie un giro completo attorno al Monte Venda.

Accesso
Uscita autostradale Terme Euganee poi Battaglia Terme, Galzignano, Strada provinciale 99 per Faedo. Al passo si gira a destra e poco dopo a sinistra per via Sottovenda.









Una splendida ginestra
(Clicca sulla foto)



Fiore di Malva
(Clicca sulla foto)



Castagno in fiore
(Clicca sulla foto)



Il percorso e' costeggiato da Erica Arborea
(Clicca sulla foto)



Esemplare di Citiso Scuro
(Clicca sulla foto)



Rampa per la ex cava
(Clicca sulla foto)



Splendido maronaro centenario
(Clicca sulla foto)




HOME |  Percorsi |  Schede |  Fiori |  News |  Cartoline |  Curiosita' |  Links
© Il materiale di questo sito è di proprietà dello staff di Vadopiano, tranne ove diversamente segnalato